Il farmacista risponde Lun-Ven 9.00/13.30 e 14.30/18.00

Farmacisti Esperti ti guidano
nella scelta del giusto medicinale.

Spedizione in 24/48h
Garantita con corriere espresso.

Hai dubbi su Patologie
o Farmaci? Chiedi aiuto in chat.

Resi sempre veloci e
14 giorni per ripensarci.

News, Approfondimenti e Sconti Riservati. Iscriviti Ora.

Afte in Bocca

Doloroso problema che colpisce comunemente individui di varie fasce d’età, le Afte in bocca consistono in lesioni della mucosa orale, ovvero nella formazione di micro ulcere che compaiono o singolarmente o in piccoli raggruppamenti all’interno della bocca.

Le afte nel più dei casi interessano la zona del palato, delle guance e della lingua, quando invece colpiscono la zona gengivale o sono presenti in numerosi raggruppamenti, allora vengono propriamente definite come Stomatiti Aftose.

Tipi di Afte

Le tipologie di afte in bocca

Esistono diverse tipologie di afte che, a seconda della zona in cui compaiono, permettono una distinzione ed una denominazione ben precisa, vediamo insieme quale:

 Afte Minori

Le afte minori sono tra le lesioni più comuni e fortunatamente meno dolorose. Caratteristiche di zone della bocca quali labbra, lingua e mucosa vestibolare, le afte minori colpiscono indistintamente bambini ed adulti ma generalmente scompaiono in pochi giorni.

Afte Maggiori

Le afte maggiori sono una conseguenza delle afte minori. In alcuni casi capita che una piccola lesione anziché regredire progredisca, comportando un aumento del diametro dell’ulcera da pochi millimetri ad oltre 1 centimetro. A differenza delle afte in bocca di minore entità, quelle più estese sono assai dolorose e possono rendere difficoltosa l’alimentazione.

Stomatiti Aftose

Le stomatiti consistono in più lesioni ulcerose che, oltre a poter coinvolgere palato, lingua e guance, possono anche intaccare le gengive attraverso un processo fortemente infiammatorio. Le stomatiti spesso sono recidive e si ripresentano ciclicamente, specie con l’avanzare dell’età.

Afte Erpetiformi

Questa tipologia di afte colpisce prevalentemente le donne ma si tratta comunque di lesioni ulcerative molto rare. Ad ogni modo, le afte erpetiformi consistono nella formazione contemporanea di 10, 30, 100 micro ulcere che vanno a popolare diverse parti del cavo orale, spesso unendosi tra loro. Si tratta di una forma di afte assai dolorosa che si ripresenta ciclicamente ma che tende a guarire in 7/30 giorni.

Le cause delle Afte

Ad oggi le cause specifiche delle afte non sono del tutto note. Certamente esistono alcuni fattori predisponenti la loro formazione come ad esempio una scarsa igiene orale o la frequente assunzione di cibi o sostanze  irritanti come ad esempio le spezie o il tabacco. Di seguito un elenco completo delle principali cause di Afte in bocca:

  • Cattiva igiene orale
  • Alimenti e sostanze irritanti
  • Presenza di batteri, virus e infezioni fungine
  • Assunzione di antibiotici (Tetraciclina, Penicillina… )
  • Carenze alimentari (Vitamina b12, vitamina C, Acido Folico…)
  • Stress, depressione o particolari periodi come quello mestruale
  • Cambiamenti Ormonali (come ad esempio nel periodo della gravidanza)
  • Malattie (diabete, intolleranze alimentari, malassorbimento intestinale…)

I rimedi per Afte e Stomatiti

Le afte in bocca, a seconda della loro entità possono durare pochi giorni o protrarsi per settimane. In linea generale però, alcuni accorgimenti – tra cui in primis una corretta igiene orale – possono portare ad una guarigione completa in meno di 7 – 10 giorni.

I fermenti lattici vivi, in caso di afte e stomatiti sono molto importanti in quanto riequilibrano la flora intestinale e contrastano l’abbassamento delle difese immunitarie, una condizione spesso scatenante delle lesioni ulcerose.

Come veri e propri rimedi per le afte troviamo anche diverse sostanze e alimenti. La Vitamina C ad esempio aiuta a calmare la sensazione di bruciore e contemporaneamente a ridurre il diametro delle afte. I cibi ricchi di questa preziosa vitamina sono le arance, il ribes, i peperoni, i broccoli e la propoli.

Per trovare sollievo dall’infiammazione, è possibile ricorrere poi alle tisane: particolarmente utili sono quelle a base di rabarbaro, malva o salvia.

L’APPROFONDIMENTO DEI FARMACISTI DOCBROS

Soprattutto quando le afte sono nella loro fase acuta il consiglio è quello di ridurre drasticamente il consumo di alcolici e sigarette, che incidono notevolmente sull’infiammazione del cavo orale. Lo stesso si dica per i cibi troppo piccanti o troppo acidi e per quelli troppo freddi o troppo caldi. Per evitare il rischio di recidive, invece, è bene curare costantemente l’igiene orale ricorrendo all’uso di collutori alla clorexidina.

Fonti:

Humanitas, Unife


PER LE AFTE I FARMACISTI DOCBROS TI CONSIGLIANO