Il farmacista risponde Lun-Ven 9.00/13.30 e 14.30/18.00

Farmacisti Esperti ti guidano
nella scelta del giusto medicinale.

Spedizione in 24/48h
Garantita con corriere espresso.

Hai dubbi su Patologie
o Farmaci? Chiedi aiuto in chat.

Resi sempre veloci e
14 giorni per ripensarci.

News, Approfondimenti e Sconti Riservati. Iscriviti Ora.

Celiachia

La malattia celiaca, o più comunemente Celiachia, è una enteropatia infiammatoria permanente – scatenata dall’ingestione del glutine in soggetti particolarmente predisposti – che provoca una reazione allergica.

Il glutine è la frazione proteica alcol solubile del grano ottenuta dall’impasto di farina miscelata ad acqua. La sua principale proteina è la gliadina che, con la glutenine (altra proteina), diventano tossiche per chi è affetto dal morbo celiaco.

Quando il soggetto celiaco ingerisce sostanze contenenti glutine il sistema immunitario reagisce scatenando l’atrofia dei villi che rivestono la mucosa intestinale. Questa reazione allergica consiste nell’appiattimento dei villi intestinali che impediscono all’organismo di assorbire quei principi nutritivi di cui necessita dando origine a diversi sintomi.

La celiachia è una patologia molto frequente che colpisce bambini e adulti in prevalenza femminile ed è, molto spesso presente in coloro che sono affetti da malattie auto-immuni come ad esempio la sindrome di down, il diabete di tipo I o la psoriasi.

I sintomi della malattia celiaca

L’enteropatia da glutine si manifesta in persone geneticamente predisposte.
I sintomi di questa patologia sono evidenti sin dalla tenera età, ma questo non esclude la possibilità che si possa manifestarsi anche in età adulta.

I segnali sono differenti a seconda del soggetto e spesso non sono riconducibili direttamente al malassorbimento del glutine.
È possibile però individuare dei sintomi frequenti che vanno comunque verificati attraverso specifici test (tra questi la biopsia mucosa duodenale e le analisi del sangue mirate come AGA, EMA e tTG).

Generalmente i sintomi legati alla celiachia sono differenziati in una forma classica (legata ai primi anni di vita) e in una forma atipica (manifestati in età adulta), che ad oggi è la forma più frequente.

Alcuni dei segnali più consueti derivanti dal morbo celiaco sono:

  • Dolori addominali
  • Perdita di peso
  • Diarrea
  • Gonfiore
  • Stanchezza cronica
  • Anomalie dello sviluppo puberale
  • Disturbi del comportamento alimentare
  • Disturbi della fertilità o della gravidanza
  • Osteoporosi. rachitismo, osteopenia
  • Sideropenia
  • Dermatite erpetiforme (lesioni cutanee specifiche)

Bisogna però sottolineare come l’aumento della frequenza di questa intolleranza (1 persona su 100), ha creato le condizioni tali da rendere facilmente reperibili numerosi prodotti specifici privi di glutine come pasta, pane e biscotti.

Gli effetti del morbo celiaco non curato

Ignorare questa patologia e continuare ad assumere sostanze contenenti glutine può portare il paziente a gravi conseguenze tra cui:

  • Linfoma intestinale
  • Tumori della cavità orale
  • Rischio di sviluppare malattie auto-immuni
  • Alopecia
  • Sindrome di Sjögren (malattia infiammatoria cronica che porta alla distruzione delle ghiandole esocrine)

Trattamento della celiachia

Ad oggi non esistono cure farmacologiche che permettono la cura del morbo celiaco. L’unica terapia possibile attualmente è la completa eliminazione del glutine dalla dieta alimentare.
L’esclusione riguarda tutti quei prodotti contenenti glutine ma anche quelli dove questo è aggiunto come additivo durante i processi di industriali di trasformazione (piatti pronta, alcuni insaccati ecc.).

La malattia celiaca è una patologia che, una volta manifestatasi, non regredisce ed è per questo motivo che è fondamentale seguire un regime alimentare privo di glutine a vita al fine di raggiungere uno stato di benessere fisico e ristabilire l’equilibrio della mucosa intestinale.

Basarsi su una dieta gluten free porta, infatti, al risanamento di lesioni più o meno gravi causate dal malassorbimento delle proteine del glutine e previene ulteriori complicanze.

L’APPROFONDIMENTO DEI FARMACISTI DOCBROS
Molte persone scelgono in modo autonomo di eliminare il glutine dal proprio regime alimentare credendo di apportare benefici al proprio corpo.
L’iniziale benessere ottenuto con una dieta fai da te è dato dal noto “effetto placebo”, tuttavia questa scelta può esporre l’individuo a carenze di determinati aminoacidi e micronutrienti (come fibre, antiossidanti, ferro e magnesio).
Il consiglio è sempre quello di consultare un medico prima di variare così drasticamente la propria alimentazione.

Le conseguenze del morbo celiaco

Soprattutto nell’età adolescenziale (ma non solo) scoprire di essere celiaci può comportare dei problemi psicologici per la difficile accettazione del nuovo stile di vita che si dovrà supportare per tutta la vita.
A questo di sovente si correla un senso di ansietà e/o uno stato iniziale confusionale dato dall’incertezza su ciò che si può o non si può mangiare.

In realtà, i prodotti privi di glutine, sono molti di più di quanto si possa pensare. Alcuni esempi di alimenti gluten free sono il mais, il riso, le patate e la soia.

Un consiglio è quello di interessarsi sempre alla propria salute e, in caso si verifichino alcuni dei sintomi compatibili alla patologia, sarebbe opportuno eseguire gli opportuni controlli.

Fonti:

Ministero della Salute , Ministero della Salute , Ministero della Salute, AiC  , Medico e Bambino , SIMG Trapani , Dr Schar Institue 


PER LA CELIACHIA I FARMACISTI DOCBROS TI CONSIGLIANO

Non è stato trovato nessun prodotto che combacia con la tua selezione.