Il farmacista risponde Lun-Ven 9.00/13.30 e 14.30/18.00

Farmacisti Esperti ti guidano
nella scelta del giusto medicinale.

Spedizione in 24/48h
Garantita con corriere espresso.

Hai dubbi su Patologie
o Farmaci? Chiedi aiuto in chat.

Resi sempre veloci e
14 giorni per ripensarci.

News, Approfondimenti e Sconti Riservati. Iscriviti Ora.

Congiuntivite

Tra le più comuni malattie oculari, la congiuntivite consiste in una infiammazione dell’occhio e più precisamente della “congiuntiva” ossia della mucosa semi trasparente che ricopre la parte anteriore del bulbo oculare.

La congiuntivite può essere di tipo acuto quando perdura al massimo per qualche settimana, o di tipo cronico quando persiste per più tempo o si ripresenta con una certa ricorrenza, come nel caso delle congiuntiviti allergiche.

Cause e tipologie di congiuntivite

Questa infiammazione dell’occhio può avere svariate cause: virus, batteri, miceti, agenti tossici interni o esterni all’organismo, molecole scatenanti allergie, farmaci e una serie di altri micro fattori che assieme possono alterare la secrezione lacrimale.

Occhio in salute o con Congiuntivite?

In base alle cause della congiuntivite è possibile distinguere diverse tipologie di infiammazione. Vediamo insieme quali:

Congiuntivite Infettiva
In questo gruppo rientrano la congiuntivite virale, batterica, da clamidia, micotica e protozoaria. La congiuntivite batterica è una delle più comuni: infatti, anche il semplice contatto delle mani sporche con l’occhio può determinare l’infiammazione e l’arrossamento oculare. Anche la congiuntivite virale (spesso determinata da adenovirus ed herpesvirus) è abbastanza frequente ma in questo caso si manifesta accompagnata da gonfiore dell’occhio e in alcuni casi con linee di febbre.

Congiuntivite Allergica
In questo gruppo rientrano la congiuntivite atopica, primaverile e flittenulare. Le congiuntiviti di tipo allergico possono essere croniche o presentarsi solo stagionalmente, ad ogni modo sono abbastanza frequenti e colpiscono il 10% della popolazione mondiale.

Congiuntivite Irritativa
In questo gruppo rientrano le congiuntiviti causate da agenti fisico-chimici, da corpi estranei e da patologie sia cutanee che di carattere generale.

I sintomi della congiuntivite

Come molte condizioni, anche la congiuntivite comporta una sintomatologia, la stessa è tuttavia variabile da persona a persona in base alla tipologia e intensità dell’infiammazione. In linea generale i più comuni sintomi della congiuntivite comprendono:

• Rossore (iperemia)
• Gonfiore
• Bruciore
• Aumento della lacrimazione

In molti casi di congiuntivite è possibile che si manifesti anche la fotofobia, ossia una eccessiva sensibilità alla luce oppure, se l’infezione coinvolge anche la cornea, persino dolore.

Nel caso delle congiuntiviti batteriche e virali oltre all’aumento della lacrimazione, si verifica anche una secrezione purulenta: è per tale ragione che l’occhio al mattino si presenta appiccicoso e le palpebre sono come “incollate”. Questo pus secreto dall’occhio è molto infettivo, per questo il più delle volte l’infiammazione che colpisce prima un occhio tende in breve tempo a colpire anche l’altro.

Per le congiuntiviti allergiche, invece, l’infiammazione coinvolge sin da subito entrambi gli occhi con una particolare accentuazione di sintomi quali prurito, lacrimazione e sensibilità alla luce.

Trattamento della congiuntivite

L’occhio è un organo di senso molto delicato per cui patologie come la congiuntivite – specie se di tipo infettivo – devono essere adeguatamente trattate previo consulto con uno specialista.

A grandi linee possiamo dire che il trattamento delle forme infettive avviene con l’uso di colliri e pomate a base di antibiotici o antivirali, mentre nelle forme allergiche generalmente si ricorre a cortisonici o antistaminici sia ad uso topico che orali. Indipendentemente dalla tipologia di congiuntivite, il più delle volte il medico consiglia l’uso di colliri ad azione lenitiva ed antinfiammatoria.

L’APPROFONDIMENTO DEI FARMACISTI DOCBROS

Per prevenire la congiuntivite, specie se di tipo infettivo, è bene evitare di toccarsi gli occhi se non con l’ausilio di garze sterili o comunque dopo un lavaggio accurato delle mani. Inoltre per proteggere i nostri occhi da fattori irritativi quali vento, corpi estranei e raggi solari si rivela utile l’uso di occhiali da sole.

Fonti:

Iapb, Humanitas Salute


PER LA CONGIUNTIVITE I FARMACISTI DOCBROS TI CONSIGLIANO

Visualizzazione di tutti i 4 risultati