Il farmacista risponde Lun-Ven 9.00/13.30 e 14.30/18.00

Farmacisti Esperti ti guidano
nella scelta del giusto medicinale.

Spedizione in 24/48h
Garantita con corriere espresso.

Hai dubbi su Patologie
o Farmaci? Chiedi aiuto in chat.

Resi sempre veloci e
14 giorni per ripensarci.

News, Approfondimenti e Sconti Riservati. Iscriviti Ora.

Invecchiamento Cutaneo

Processo fisiologico inevitabile ed irreversibile, l’invecchiamento cutaneo è dato dalla glicazione e dall’ossidazione cellulare, ovvero dai cambiamenti cellulari e strutturali determinati da familiarità, genetica, fattori ormonali ed ambientali.

Nello specifico, la glicazione danneggia le fibre dermiche provocando la graduale degradazione del tessuto connettivo che sostiene la cute. L’ossidazione, invece, si rende principalmente responsabile della formazione dei radicali liberi che a loro volta contribuiscono alla degenerazione delle cellule della pelle.

Il processo di invecchiamento della pelle, con l’avanzare dell’età, è poi favorito dalla riduzione dei fibroblasti (cellule dermiche che compongono lo strato intermedio della pelle umana) e dal conseguente rallentamento della sintesi di collagene ed elastina, due componenti essenziali nella rigenerazione e riparazione della cute.

I fattori che favoriscono l’invecchiamento della pelle

Per quanto l’invecchiamento cutaneo sia un processo fisiologico inevitabile, esistono alcuni fattori esterni che favoriscono la glicazione e l’ossidazione cellulare contribuendo alla progressiva perdita di elasticità e tono del derma.

Stress, raggi UV, inquinamento ambientale e consumo di alcol e cibi poco salutari con il passare del tempo alterano il metabolismo delle cellule e l’epidermide inizia a rigenerarsi male e sempre più lentamente; ecco perché è fondamentale proteggere la pelle il più possibile preservandone il corretto stato di salute.

L’APPROFONDIMENTO DEI FARMACISTI DOCBROS

Uno stile di vita equilibrato è un alleato imbattibile per mantenere la pelle giovane più a lungo e contrastare i segni del tempo.

Ad esempio, dormire otto ore per notte, seguire un’alimentazione sana, bilanciata e varia, evitare le cattive abitudini come il fumo o l’alcol e impiegare prodotti idratanti con fattori di protezione adeguati al proprio fototipo di pelle, sono tutti accorgimenti che aiutano a mantenere sana la pelle.

Invecchiamento della cute: Aging e Fotoaging

L’invecchiamento cutaneo, dipende da una serie di fattori, alcuni inevitabili ed altri in qualche modo gestibili. Per questo si parla propriamente di due tipologie di invecchiamento: Invecchiamento Cronologico e Fotoinvecchiamento.

Invecchiamento cronologico – “Aging”

Si tratta dell’invecchiamento della pelle causato da fattori biologici, fisiologici, genetici, endocrini e metabolici. Generalmente si innesca a partire dai 25 anni di età e si manifesta più incisivamente attraverso l’assottigliamento dell’epidermide e la comparsa di rughe dopo i 40 anni.

Fotoinvecchiamento – “Fotoaging”

A differenza dell’invecchiamento cronologico, il fotoaging è riconducibile ad agenti esterni come i raggi solari, lo smog, gli agenti atmosferici e la stanchezza che determinano un invecchiamento precoce della pelle e la comparsa di rughe più o meno accentuate.

Riconoscere i segni dell’invecchiamento cutaneo

Alcuni segnali possono preannunciare che l’invecchiamento cutaneo è in atto (indipendentemente dall’età) fungendo da veri e propri campanelli d’allarme. Queste “avvisaglie” possono essere:

  • Secchezza cutanea
  • Colorito spento
  • Comparsa di capillari
  • Assottigliamento della pelle
  • Cicatrizzazione lenta

Tra i segni più evidenti dell’invecchiamento cutaneo vero e proprio, invece rientrano:

Le Macchie

Le discromie cutanee sono dovute all’alterazione funzionale dei melanociti, ovvero delle cellule dell’epidermide che producono la melanina, una sostanza fondamentale per la pelle poiché in grado di assorbire parte delle radiazioni solari proteggendo la cute. Purtroppo con l’età la distribuzione della melanina si fa disomogenea dando luogo ad accumuli localizzati che si presentano come macchie sulla pelle.

Rilassamento Cutaneo

Con l’alterazione del tessuto connettivo ed una riduzione delle fibre di collagene, elastina e acido ialuronico, il derma non ha più il suo sostegno perdendo di tonicità ed elasticità. Tecnicamente si parla di “scollamento del tessuto connettivo”, visivamente ciò si traduce in un rilassamento cutaneo particolarmente apprezzabile nelle zone delle palpebre, degli zigomi e del collo

Rughe

Le rughe sono sempre associate all’invecchiamento, ma in realtà si tratta di segni presenti anche in giovane età dovuti al movimento dei muscoli facciali e legati alle espressioni.
Ovviamente, l’avanzare dell’età intensifica le rughe che da “segni d’espressione” si trasformano in “segni del tempo” comparendo in zone più estese del corpo.

Fonti:

Unife, Blioteca Centrale “G.Marconi” – Consiglio Nazionale delle Ricerche, Unicam, SIGG, CELL, NCBI / PUBMED


PER L’INVECCHIAMENTO CUTANEO I FARMACISTI DOCBROS TI CONSIGLIANO

1–48 di 60 risultati