Il farmacista risponde Lun-Ven 9.00/13.30 e 14.30/18.00

Farmacisti Esperti ti guidano
nella scelta del giusto medicinale.

Spedizione in 24/48h
Garantita con corriere espresso.

Hai dubbi su Patologie
o Farmaci? Chiedi aiuto in chat.

Resi sempre veloci e
14 giorni per ripensarci.

News, Approfondimenti e Sconti Riservati. Iscriviti Ora.

Stipsi (Stitichezza)

La stipsi, più comunemente nota come stitichezza, colpisce circa il 10% della popolazione dei paesi industrializzati rivelandosi più frequente in donne ed anziani. Si tratta di un disturbo che porta ad evacuare le feci con difficoltà ed infrequentemente, a tal punto che il soggetto che ne soffre ha sempre la costante sensazione di mancato svuotamento intestinale.
La stitichezza può essere cronica o acuta. nel primo caso il disturbo è presente da più di 6 mesi, mentre nel secondo la problematica ha carattere transitorio e si lega a fattori di vario tipo.

Stipsi – Le cause di stitichezza

A seconda che si tratti di Stipsi Cronica o Stipsi Acuta, è possibile rintracciare alcune delle principali cause che portano alla manifestazione del disturbo intestinale. Vediamo insieme quali.

Quando il disturbo è cronico

La stitichezza che dura per più di 6 mesi è definita cronica. In questo caso a giocare un ruolo importante nella comparsa del disturbo vi sono specifiche malattie (tra cui la diverticolosi, le malattie intestinali e i tumori del colon retto), i disturbi e le disfunzioni di carattere motorio, ano-rettale e/o intestinale, e alcune patologie di carattere cronico come il morbo di Parkinson e il diabete.

Quando il disturbo è transitorio

La stitichezza transitoria generalmente si risolve nel giro di pochi giorni o settimane. Nel più dei casi questo tipo di stipsi è legata a fattori temporanei come l’assunzione di farmaci, il cambio di abitudini e/o alimentazione, un periodo di eccessiva sedentarietà o una scarsa idratazione.

Sintomi della Stipsi

I sintomi della stipsi possono essere generali o intestinali. Tra i più comuni disturbi legati ad un cattivo funzionamento intestinale ritroviamo il gonfiore e dolore addominale, le coliche e la flatulenza.

Scopri tutto sulla Stipsi

I sintomi di carattere generale, che però si legano palesemente ad una difficoltà fecale, sono: alito cattivo, insonnia, diminuzione dell’appetito e cardiopalmo (inspiegato senso di batticuore).
A volte a causa della stitichezza viene colpita anche la pelle che può presentarsi con gonfiori e/o arrossamenti: un effetto probabilmente dovuto all’assorbimento e passaggio nel sangue di sostanze tossiche che l’organismo non è stato in grado di smaltire attraverso le feci.

L’APPROFONDIMENTO DEI FARMACISTI DOCBROS

Attenzione alle complicanze… Molti non sanno che la stipsi può comportare delle complicanze. Tra le più frequenti vi è la comparsa delle emorroidi, e l’occlusione intestinale con formazione di piccole tasche (diverticoli) nella parete del colon.

Rimedi per la stitichezza

Per contrastare la stipsi è importante rispettare alcune indicazioni comportamentali:

  • Seguire una dieta ricca di fibre a base di frutta, verdura e cereali integrali come frumento, farro e riso non brillato. Per rivitalizzare la flora batterica è altresì consigliata l’assunzione di fermenti lattici e probiotici.
  • Bere molta acqua possibilmente a digiuno. Utili possono poi essere anche infusi, tisane, decottopirici e brodo vegetale.
  • Fare tanto movimento camminando almeno per 1 ora al giorno.

Quando non si trova giovamento dall’osservazione di queste buone regole, è opportuno consultare il medico e considerare il ricorso a farmaci lassativi o integratori di fibre, questi ultimi ad esempio favoriscono la presenza di acqua nell’intestino, ammorbidendo così le feci e facilitandone l’espulsione.

Fonti:

Humanitas, Università di Bologna – U.O.C. Gastroenterologia e Endoscopia Digestiva, Società Italiana Unitaria Colonproctologia


PER LA STITICHEZZA I FARMACISTI DOCBROS TI CONSIGLIANO

Visualizzazione di tutti i 7 risultati