Il farmacista risponde Lun-Ven 9.00/13.30 e 14.30/18.00

Farmacisti Esperti ti guidano
nella scelta del giusto medicinale.

Spedizione in 24/48h
Garantita con corriere espresso.

Hai dubbi su Patologie
o Farmaci? Chiedi aiuto in chat.

Resi sempre veloci e
14 giorni per ripensarci.

News, Approfondimenti e Sconti Riservati. Iscriviti Ora.

Campagna nastro rosa - Prevenzione tumore al seno

Ottobre – mese della prevenzione del tumore al seno





Anche per questo Ottobre 2017 la LILTLega Italiana per la Lotta contro i Tumori – ha lanciato la Campagna Nastro Rosa, iniziativa da tempo nota,  il cui simbolo è diventato il riferimento universale della lotta contro il tumore al seno.

Ancora oggi il cancro al seno è il male più diffuso tra le donne. Solo in Italia i casi diagnosticati annui sono circa 48.000 ma, grazie all’impiego di nuove tecnologie e di screening per la diagnosi precoce, il tasso di mortalità si è notevolmente ridotto.
Infatti i dati AIRTUM relativi al 2016 dimostrano che la sopravvivenza dopo i 5 anni dalla diagnosi è aumentata fino ad arrivare all’87%.

Da oltre venti anni, la LILT promuove questo progetto per la sensibilizzazione delle donne nei confronti del cancro al seno e molte regioni lo sostengono con diverse iniziative tra cui concerti, mostre e marce, i cui ricavi vengono devoluti per continuare la ricerca.

Campagna Nastro Rosa – Uniti per la prevenzione

La Campagna Nastro Rosa nasce con l’idea di rendere le donne consapevoli dell’importanza che ha la prevenzione contro il tumore al seno e proprio per questo la LILT offre, per tutto il mese di ottobre, delle visite gratuite per ogni fascia d’età.

È possibile effettuare le visite nelle città in cui sono presenti le sedi LILT come Roma e Milano. Inoltre sono organizzati incontri e dibattiti volti a spiegare l’importanza della prevenzione del cancro al seno e cercare di responsabilizzare il maggior numero di donne su questa delicata tematica.

Le visite mediche per ogni fascia d’età

A partire dai 25 anni occorre effettuare una visita ginecologica annuale in cui può essere prevista un’ecografia mammaria e, generalmente, non sono previsti altri esami specifici.

Dai 50 anni in poi, invece, è consigliata ogni due anni una mammografia – esame radiologico attraverso cui è possibile visualizzare la presenza di noduli non ancora palpabili – poiché, a partire da questo periodo di età, l’incidenza della patologia aumenta.

Discorso a parte va affrontato per le donne con casi di familiarità per le quali è opportuno consultare lo specialista e concordare degli esami specifici da effettuare in base all’età e alla storia clinica della paziente.

Grazie ad una adeguata prevenzione e all’avanzata tecnologia diagnostica è possibile scoprire la presenza del cancro ad uno stadio iniziale. Questo permette di aumentare la percentuale di totale guarigione e di evitare danni estetici al seno.

Consigli utili su come fare prevenzione ogni giorno

Al di là delle visite gratuite promosse ogni ottobre dalla LILT ogni donna può prendersi cura di se stessa quotidianamente attraverso piccoli e semplici accorgimenti.

Eseguire l’autopalpazione regolarmente (una volta al mese) a partire dai 20 anni di età, ad esempio, può aiutare a capire se sono presenti dei noduli e, in caso, procedere con una visita più approfondita. Non fumare, fare attività fisica con costanza e seguire un’alimentazione equilibrata e ricca di vegetali sono accortezze che, affiancate ai controlli periodici, possono concretamente contribuire alla prevenzione del tumore al seno.


FONTI:  

LILT

AIRC

Lascia un commento