Il farmacista risponde Lun-Ven 9.00/13.30 e 14.30/18.00

Farmacisti Esperti ti guidano
nella scelta del giusto medicinale.

Spedizione in 24/48h
Garantita con corriere espresso.

Hai dubbi su Patologie
o Farmaci? Chiedi aiuto in chat.

Resi sempre veloci e
14 giorni per ripensarci.

News, Approfondimenti e Sconti Riservati. Iscriviti Ora.

I benefici di smettere di fumare

Smettere di Fumare: benefici a breve, medio e lungo termine

 

Gli effetti benefici dello smettere di fumare sono innumerevoli e si manifestano sin dai primi giorni di astinenza dal fumo. Basti pensare che già 20 minuti dopo l’ultima sigaretta fumata la frequenza cardiaca si stabilizza e torna alla normalità, mentre a distanza di appena 24 ore i polmoni iniziano a lavorare a pieno regime per eliminare il muco ed i depositi provocati dal fumo.

Smettere di fumare col passare dei giorni apporta ulteriori vantaggi proprio a livello polmonare, infatti a dopo 2-3 giorni la respirazione è nettamente migliore non solo nelle ore diurne ma anche la notte, ovvero quando il fumatore ha generalmente più difficoltà a causa della posizione supina.

Con effetti dello smettere di fumare così significativi sin dai primi giorni, è facile immaginare che i benefici a medio e lungo termine siano ancora più incoraggianti. Studi e statistiche dimostrano che nell’arco delle 2 settimane successive all’astinenza dal fumo l’organismo si libera completamente della nicotina ed il flusso sanguigno migliora con conseguente normalizzazione della pressione.

Dopo circa 1 anno di disassuefazione dal fumo tutti gli organi trovano giovamento e le energie aumentano. Infine, a distanza di 10 anni il rischio di tumore al polmone si riduce e torna pari a quello previsto per chi non ha mai fumato nella vita.

Ok benefici… ma quali sono gli effetti indesiderati dello smettere di fumare?

Un fumatore sa bene che la disassuefazione dal fumo non è cosa semplice e, per quanto vi siano degli effetti benefici, esistono anche degli effetti indesiderati causati dall’astinenza che corpo e psiche sentono nei confronti della nicotina e della sigaretta intesa anche come gestualità e abitudine quotidiana.
Pertanto, specie nei primi tempi, le conseguenze dirette dello smettere di fumare consistono in irritabilità, insonnia e stati depressivi in cui ci si sente tanto fragili da pensare di rinunciare al buon proposito di smettere di fumare.

In questa fase così delicata, oltre ad aiutarsi con i prodotti sostitutivi della nicotina, è bene concentrarsi sulle motivazioni che hanno portato alla decisione di abbandonare il fumo.
Tra gli effetti indesiderati dello smettere di fumare va poi considerato il possibile aumento di peso. Generalmente transitorio, l’aumento ponderale è dovuto al fatto che il desiderio di gratificazione, una volta ricercato nella sigaretta, si sposta verso il cibo. In questo caso una valida soluzione è quella di ricorrere a spuntini a base di frutta e verdura e ad un pò di sana attività fisica.

Qualche consiglio utile

Per combattere e vincere la battaglia contro il fumo la volontà di smettere è l’arma più efficace di cui disponiamo. Ovviamente la psiche (così come l’organismo) specie nei primi tempi, risente fortemente della mancanza di nicotina ed è per questo che un cambio delle proprie abitudini potrebbe tornare utile.

Ad esempio se si era abituati a fumare dopo il caffè, si potrebbe sostituire questa bevanda con un succo di agrumi che solitamente smorza la voglia di sigaretta. Come distrazione, e a patto che non siate ipertesi, utile può essere anche il ricorso ai bastoncini di liquirizia… sono buonissimi e distraggono dal pensiero continuo della sigaretta, provare per credere!

 

Lascia un commento